GIOCO DEGLI OPPOSTI

ETA’: ai bambini dai 7 anni in su (perché è necessario sappiano leggere)

PARTECIPANTI: in numero pari, almeno 10, più 1 arbitro

AMBITO: scuola

AMBIENTE: in palestra, all’aperto

DURATA: circa 20 minuti

MATERIALE: cartoncino nero, cartoncino colorato per le sagome,  etichette, una penna, un tamburello

DESCRIZIONE:  Ogni bambino ha una sagoma sulla quale è applicata un’etichetta con una frase che non deve mostrare agli altri. Sulle sagome nere ci sono frasi poco gentili, sulle sagome colorate ci sono le frasi gentili opposte. Ci si muove liberamente nello spazio al ritmo del tamburello, suonato dall’arbitro. Quando l’arbitro si interrompe, bisogna cercare il bambino che abbia la sagoma opposta, nel più breve tempo possibile. Chi trova il compagno si siede fuori dal campo.  Poi il gioco riprende fino a che tutti abbiano trovato il proprio compagno. Non bisogna correre e gridare. Alla fine ognuno legge la sua frase.

CONOSCENZE GENTILI ALLENATE: la pratica delle parole gentili

PROPOSTO DA: classe seconda della Scuola Primaria «A. Frank» di Garlate (insegnanti: Manuela Palermo – Eleonora Crestani) nell’ambito del progetto Giocopedia della Gentilezza a Scuola A.S. 2016-2017

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

email*

url

Commento*

Codice*