IL MIMO GENTILE CON CORSA

ETA’: 8-10 anni.

PARTECIPANTI: minimo 10 massimo 20.

AMBITO: scuola, tempo libero e famiglia.

AMBIENTE: tutti gli ambienti sulla terra.

DURATA: 10 minuti a turno

MATERIALE: nessuno

DESCRIZIONE: i bambini i si dividono in due squadre, una disposta in fila indiana e l’altra disposta in riga a guardare la prima.

La prima squadra inizia un telefono senza fili il cui compito è far arrivare all’ultimo una richiesta (es. “mi aiuti a piantare un fiore?”) che dovrà mimare di fronte alla seconda squadra.

I componenti della seconda squadra dovranno indovinare l’azione mimata e per alzata di mano la dovranno esprimere trasformandola però in una richiesta gentile (es. “scusami, per favore mi aiuteresti a piantare un fiore? Grazie mille!”). Quando un bambino indovina, il mimo scappa e chi ha indovinato lo corre a prendere: se lo prende la squadra indovinatrice guadagna un punto e si invertono i compiti delle due squadre; se non viene preso la squadra del telefono senza fili guadagna il punto e ha diritto ad un nuovo turno.

Non vale indovinare l’azione del mimo senza averla trasformata in “azione gentile”. 

CONOSCENZE GENTILI ALLENATE: l’importanza delle parole per la colorazione delle azioni quotidiane: attraverso formule di cortesia si possono trasformare richieste in atti gentili.

PROPOSTO DA: classe 3°A scuola primaria Maddalena di Canossa Treviso, nell'ambito del progetto GIOCOPEDIA DELLA GENTILEZZA A SCUOLA anno scolastico 2015-2016.

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

email*

url

Commento*

Codice*