impegno dell'Assessore

impegni degli assessori

Gli Assessori alla Gentilezza si impegnano a:

1 – Riconoscere la delega alla gentilezza con atto pubblico.

2 – Adesione del Comune / Provincia / Regione alla Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza (22 settembre).

3 – Promuovere almeno una iniziativa per la diffusione della cultura della gentilezza nel corso dell’anno sul proprio territorio (oltre alla Giornata di cui al punto 2)

4 – Condividere le iniziative e le buone pratiche tra assessori alla gentilezza e collaborare per il perseguimento degli obiettivi della rete degli Assessori alla Gentilezza. 

5 – Adottare un protocollo per la comunicazione gentile con la propria comunità e con la stampa.

6 – Usare il logo istituzionale della Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza nella comunicazione ufficiale del proprio assessorato e nelle iniziative che lo riguardano.

7- Nominare, con responsabilità, gli ambasciatori alla gentilezza, sul proprio territorio.

ESSERE RICONOSCIUTI PUBBLICAMENTE CON APPOSITO ATTO

Per fare parte della Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilzza, gli Assessori devono avere ricevuto la delega con atto pubblico da parte del Sindaco (Presidente di Provincia, o Regione), o della Giunta. Tale documento deve essere condiviso con la RETE NAZIONALE DEGLI ASSESSORI ALLA GENTILEZZA tramite la email della rete retenazionale@assessoriallagentilezza.it .  

COINVOLGERE IL PROPRIO TERRITORIO ALLA GIORNATA DEI GIOCHI DELLA GENTILEZZA

Gli Assessori nominati avranno l'impegno di sensibilizzare il proprio territorio nella partecipazione alla Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, che si svolge il 22 Settembre di ogni anno. 

AMBASCIATORI ALLA GENTILEZZA

Questa azione é nata prendendo spunto dall’azione promossa dal Sindaco di San Severo (Fg).

Ė un titolo di rappresentanza, dall'alto valore morale, che può essere riconosciuto dagli Assessori alla Gentilezza, con atto pubblico, cofirmato dal Sindaco, o dal Presidente di Regione, anche su proposta dei cittadini, a coloro (singoli cittadini, o associazioni territoriali), che sono stati un buon esempio di gentilezza per il proprio territorio.

Il ruolo di Ambasciatore alla Gentilezza ha durata illimitata e viene svolto volontariamente. Può essere revocato dall'Assessore alla Gentilezza dello stesso Comune in cui é stato riconosciuto, nel caso di comportamento incoerente rispetto al ruolo ricoperto.

Oppure può decadere con rinuncia scritta dello stesso Ambasciatore, da presentare agli Uffici Comunali/Regionali.

L'Ambasciatore alla Gentilezza può collaborare volontariamente con l'Assessorato nella diffusione della pratica della gentilezza a beneficio della Comunità Locale.

Un Assessore alla Gentilezza, una volta concluso il proprio mandato, diviene Ambasciatore alla Gentilezza di diritto. 

Gli Ambasciatori alla Gentilezza si impegnano col proprio buon esempio a diffondere la conoscenza della gentilezza, a promuoverne la pratica ed a valorizzarla, prestando particolare attenzione a bambini e ragazzi.

FARSI PROMOTORE DI ALMENO 1 INIZIATIVE GENTILI, SUL PROPRIO TERRITORIO

Per diffondere la pratica della gentilezza, nella propria Comunità Locale, l'Assessore alla Gentilezza, nell'arco di un anno si imegna a promuovere/organizzare almeno 1 eventi aggregativo (ad esempio giocare con la famiglia, una castagnata gentile, uno spettacolo teatrale, un evento sportivo...), coinvolgendo anche enti ed associazioni già presenti sul territorio.  

CONDIVIDERE LA BUONE PRATICHE (INIZIATIVE) TRA ENTI.

Tutte le iniziative portate avanti nei propri Comuni dagli Assessori alla Gentilezza, avranno visibilità attraverso ed all'interno della Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza. Le iniziative svolte in un Comune/Regione potranno essere riproposte dagli altri Assessori alla Gentilezza nei propri territori, affinché si generi un ciclo virtuoso. Gli Assessori alla Gentilezza potranno collaborare per perseguire iniziative o progetti comuni.