La Sindaca Rosa Melodia condivide alcuni buoni esempi di gentilezza da Altamura

La Sindaca di Altamura, avv Rosa Melodia, Comune patrocinante la 4° Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, risponde ad alcune domande riguardanti la gentilezza e la sua Comunità locale. 

Perché secondo lei è importante la buona educazione tra i cittadini? 

Faccio riferimento all'etimologia stessa del verbo ''educare'' dal latino ''educĕre'' che significa ''trarre fuori, allevare''. La buona educazione fra i cittadini esprime la parte migliore di una comunità, la fa crescere. Il compito di un'amministrazione comunale è anche quello di diffondere gli esempi di cittadinanza attiva, di senso civico e di buona educazione.  

Ha un esempio di buona eduzione, riguardante la sua Comunità Locale, da condividere coi bambini ed i ragazzi che leggeranno la sua risposta?

Ce ne sono diversi, ma ne voglio citare uno in particolare. Un gruppo di cittadine e cittadini si è impegnato dal 2016 in campagne di sensibilizzazione e giornate di pulizia della città e di rimozione di rifiuti in aree periferiche, sulla Murgia, al Pulo di Altamura, cercando di aggregare e motivare  un numero sempre maggiore di cittadini. Da questo gruppo è nata  ''Ri-puliamoci'', un'associazione che contribuisce a rendere più pulita e vivibile la città, a promuovere il rispetto dell'ambiente, la differenziata ed il riciclo anche nelle scuole. È recente invece l'idea di un privato cittadino, Michele Martimucci, di realizzare l'#ecobday, una marcia ecologica per il proprio compleanno. Il Comune  ha messo  a disposizione di questo evento eco-culturale uno scuolabus.  

Un’iniziativa che le piacerebbe proporre ai suoi concittadini (piccoli e grandi) in occasione della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, per sensibilizzare alla Buona Educazione? 

Vorrei proporre la pulizia della piazza principale della nostra città, Piazza Duomo, al mattino, coinvolgendo anche i bambini.  

Secondo lei in quale modo una Comunità Locale potrebbe sostenere le famiglie nella buona educazione di bambini e ragazzi?

Sono le istituzioni e gli amministratori locali, attraverso i comportamenti corretti, a sostenere le famiglie nel loro programma di educazione, dando il buon esempio, anche nel modo di comunicare e di gestire le relazioni. Sono numerose le scolaresche (di ogni ordine e grado) che ricevo a Palazzo di Città, con cui affronto sempre tematiche legate alla buona educazione, al senso civico, al rispetto dei luoghi ed alla cittadinanza attiva. 

Ci sono associazioni, enti, o privati cittadini, residenti nel suo Comune, meritevoli di un complimento, per avere compiuto qualcosa di particolarmente gentile a beneficio di bambini e ragazzi? 

Sono diverse le realtà associative che meritano più di un complimento e si impegnano nell'organizzare eventi che favoriscono il benessere di bambine e bambini. 

Cosa ne pensa della possibilità di riconoscere la delega alla gentilezza ed alla buona educazione ad un suo assessore, o consigliere, per contribuire a diffonderla a livello di Comunità Locale?

Sarebbe opportuno, anzi ritengo che a livello di comunicazione pubblica sarebbe estremamente positivo per diffondere questi principi fra scuole ed associazioni.  

Qual è la qualità più gentile che può essere riconosciuta al Suo Comune?

La laboriosità. 

Può lanciare un invito ai suoi concittadini, alle associazioni, alle scuole del suo Comune a partecipare alla Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, organizzando momenti, o iniziative in cui proporre un Gioco della Gentilezza, rivolto a bambini e ragazzi, il 20, 21, 22, 23 Settembre?

Certo, invito le concittadine ed i concittadini altamurani, le scuole e le associazioni ad essere parte attiva della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, coinvolgendo bambini e ragazzi. Diffondiamo sorrisi, gratitudine, creatività e bellezza!